Articolo

Uretrite uomo

Uretrite uomo: l’infiammazione dell’uretra

L’uretrite uomo è un’infiammazione dell’uretra. L’uretra è un condotto che serve ad espellere l’urina. Si articola dalla vescica fino al meato urinario. L’uretra maschile è diversa da quella femminile. Nell’uomo, l’uretra è più lunga e serve, oltre al passaggio dell’urina, anche a quello dello sperma. Strutturalmente l’uretra si presenta con vari epiteli e due tonache (mucosa e muscolare). Quando questo condotto è soggetto ad infiammazione, acuto o cronica che sia, si parla allora di uretrite. Una condizione infiammatoria accompagnata da dolore e bruciore durante la minzione.

Uretrite cause

Diverse e molteplici le cause che provocano uretrite:

  • batterica
  • fungina
  • iatrogena
  • traumatica
  • virale (a causa ad esempio di virus quali l’herpes simplex)

È causata quasi sempre da determinati microrganismi patogeni che colonizzano l’uretra stessa. Questi possono arrivare all’uretra risalendo per via ascendente dall’esterno, oppure anche per contatto sessuale. In altri casi la patologia è trasmessa per via ematica, o infine per via discendente attraverso la vescica (quando ad esempio è in corso una cistite). Le malattie sessualmente trasmissibili sono tra le cause più comuni di uretrite.

L’uretrite può quindi essere ascendente o retrograda, oppure anterograda o ascendente. Nell’uomo è più frequente questa seconda forma di uretrite. Si tratta di una patologia comunemente associata a prostatite che porta a dolori nella regione rettale, febbre, astenia, disturbi sessuali e difficoltà ad urinare.

Uretrite gonococcica o uretrite gonorroica

In molti casi l’uretrite uomo è causata da malattie sessualmente trasmissibili. Tra queste, la più frequente è sicuramente la gonorrea (chiamata anche blenorragia o blenorrea). La patologia può presentarsi come Uretrite gonococcica o Uretrite gonorroica

Si tratta di una malattia molto diffusa e frequente causata dal batterio Gonococco, che si trasmette tramite rapporti sessuali (vaginali, anali, oro-genitali). È molto comune che i pazienti affetti da uretrite gonococcica, abbiano, al tempo stesso, anche la clamidia. Il periodo di incubazione è inferiore ad una settimana. Il microrganismo che scatena la malattia si chiama Neisseria gonorrhoeae (o gonococco di Neisser). Per crescere e riprodursi questo batterio necessita di un ambiente caldo ed umido. Quindi l’uretra maschile rappresenta l’ambiente ideale per questo microrganismo.

Uretrite uomo

All’inizio si manifesta con una secrezione purulenta, con urine dense di colore giallo-verdastro e con pus. È una malattia da non sottovalutare che porta a gravi conseguenze e conta molteplici fattori di rischio. Tra questi la promiscuità sessuale è sicuramente il principale. Quando la gonorrea, che porta all’uretrite uomo, si manifesta, la cura farmacologica a base di antibiotici, dovrebbe essere infatti estesa anche ai vari partner con i quali il soggetto infetto ha avuto rapporti sessuali nei precedenti 60 giorni. In alcuni casi la malattia non presenta alcun sintomo, ma è comunque trasmissibile.

Uretrite uomo da chlamydia trachomatis

La clamidia è il batterio che più di ogni altro concorre all’insorgere di uretriti non gonococciche. Questa tipologia di uretrite è, nel 50% dei casi, asintomatica. Questo significa che il disturbo può insorgere a distanza anche di diversi anni, quando le difese immunitarie tendono ad abbassarsi. I sintomi sono simili a quelli dell’uretrite gonorroica, ma più blandi e meno evidenti. La fascia di uomini più a rischio di contrarre questa patologia è quella compresa tra gli 11 e 29 anni di età. Anche in questo caso il trattamento farmacologico dovrebbe essere esteso a tutti i vari partner che il soggetto infetto ha avuto nei 60 giorni antecedenti la manifestazione della malattia.

Uretriti da microrganismi minori

Come abbiamo visto la maggior parte delle uretriti uomo è causata dal batterio della gonorrea, oppure da quello della clamidia. Ma questi non sono gli unici patogeni che causa le uretriti. Meno comuni e quindi meno frequenti sono quelle causate da:

  • Mycoplasma hominis e genitalis – nell’uomo può causare infertilità, uretriti, prostatiti e pielonefriti
  • Herpes virus – virus appartenenti alla famiglia Herpesviridae, che non abbandonano più l’ospite una volta infettato. Creano infezioni latenti.
  • Ureaplasma urealiticum – batterio della famiglia dei microplasmi, dalle dimensioni estremamente ridotte e privo di parete cellulare. Colonizza e preferisce la mucose corporee.

Infine l’uretrite uomo può essere causata anche da fattori non infettivi. Alcuni traumi a carico dell’uretra, infatti, possono provocare queste infiammazione. Ad esempio, l’uso di catetere, la presenza di calcoli renali, andare molto spesso a cavallo, in moto o in bicicletta, può portare, a lungo andare, al manifestarsi di questa patologia. Esistono anche alcuni casi di uretriti allergiche che legano la loro manifestazione all’assimilazione di particolari alimenti, oppure all’utilizzo di determinati farmaci.