Articolo

Testicolo torto

Testicolo torto: la rotazione del testicolo attorno al proprio asse

Il testicolo torto, o torsione testicolare, è una particolare condizione che si presenta quando il testicolo ruota attorno al proprio asse. Quando questo avviene, non riceve più il giusto apporto di sangue e si presentano sintomi caratteristici come dolore acuto nello scroto, nausea, vomito e gonfiore del testicolo colpito dal malessere. La torsione testicolare è una condizione che colpisce soprattutto i neonati, gli infanti e gli adolescenti. Negli adulti invece è molto più rara, anche se non impossibile. Recenti statistiche hanno dimostrato che il 66% dei soggetti che accusa i sintomi da testicolo torto, rientra nella fascia di età compresa tra i 12 e i 18 anni. Nonostante questo però, la torsione può manifestarsi improvvisamente e a qualunque età.

Torsione testicolare: cos’è

Per capire bene cosa sia la torsione testicolare è necessario fare un breve ripasso dell’anatomia di un testicolo. I testicoli sono contenuti all’interno di una sacca di pelle, chiamata scroto. Questa è allocata proprio sotto il pene. I testicoli sono responsabili della produzione di sperma e del testosterone, l’ormone sessuale maschile. I testicoli sono collegati all’addome grazie al funicolo spermatico. Quest’ultimo contiene anche i dotti deferenti che trasportano lo sperma, quando questo passa dai testicoli all’uretra. Inoltre nel cordone sono raggruppati una serie molto importante di terminazioni nervose e vasi sanguigni. Questi servono a irrorare i testicoli con il giusto apporto di sangue.

Più che di testicolo torto sarebbe corretto parlare di torsione del funicolo spermatico. Infatti è il cordone (funicolo spermatico) che collega il testicolo all’inguine a subire questo anomalo movimento. Si tratta di una patologia molto grave e preoccupante, che non deve mai essere sottovalutata, né trascurata. In caso di disinteresse e trascuratezza, la patologia può originare delle serie conseguenze e dare vita a complicazioni molto gravi (come ad esempio, quella più estrema dell’atrofia del testicolo).

Il testicolo torto si presenta più comunemente quando il funicolo spermatico è troppo lungo, o quando il didimo non è ancorato saldamente alla parte terminale della sacca scrotale. Si tratta di un’anomalia anatomica molto grave e dolorosa.

Cause torsione testicolare

Come abbiamo visto il testicolo torto è un’anomalia anatomica non molto diffusa. La fascia di età maggiormente colpita rimane ad oggi, quella compresa tra i 12 e i 18 anni di età. In questo lasso di tempo, infatti, i testicoli arrivano a maturazione, ne aumenta il peso e le contrazioni muscolari.

Quando il tessuto che circonda il testicolo, è saldamente ancorato all’interno dello scroto, la torsione testicolare non può avvenire.

Testicolo torto

Quando però i testicoli si trovano a potersi muovere e girare liberamente, è possibile andare incontro al fenomeno del testicolo torto. Questo accade soprattutto nei neonati che ancora devono completare il ciclo di formazione testicolare.

Come detto precedentemente, anche un funicolo spermatico troppo lungo, può portare a testicolo torto. Questo perché l’eccessiva lunghezza del cordone, facilita  i movimenti dei testicoli. Tra le altre cause del testicolo torto troviamo:

  • intensa attività fisica
  • notevoli sforzi fisici
  • infortuni
  • traumi
  • movimenti accidentali durante il sonno
  • temperature estremamente rigide che tendono a far arretrare lo scroto per avvicinarlo al corpo
  • attività sessuale
  • criptorchismo
  • testicolo posizionato orizzontalmente
  • incremento del volume testicolare
  • neoplasia al didimo

Testicolo Torto: i fattori di rischio

Quando si parla di testicolo torto i fattori di rischio di cui tener conto, sono molteplici. Tra i più importanti, sicuramente, l’età. Come già detto, la maggior parte dei casi di torsione testicolare, si ha durante la pubertà, nella fascia di età compresa tra i 12 e i 18 anni.

Anche chi ha già subito una precedente torsione testicolare, è maggiormente soggetto ad accusarne un’altra. Si tratta di una situazione che può avvenire anche quando i primi sintomi di dolore dovuti alla torsione, sono apparsi e scomparsi, in modo intermittente, da soli.

Ci sono poi da considerare anche i precedenti famigliari. Il disturbo infatti, può essere ereditario. Infine ricordiamo anche che, dimensioni sensibilmente superiori di un testicolo, rispetto all’altro, sono causa di testicolo torto.

Qualunque sia la causa che porta al manifestarsi della torsione testicolare, è importante rivolgersi prontamente ad uno specialista. In questo caso il dottore di riferimento è l’urologo, che deve intervenire per correggere la torsione e applicare dei punti ad entrambi i testicoli, per evitare ricadute.